News  torna all'archivio

PRESENTAZIONE DEL NUOVO DIRETTORE GENERALE AL PERSONALE DELL'OSPEDALE


È Stefano Michelini, il nuovo Direttore Generale dell’Ospedale San Giovanni Calibita-Fatebenefratelli all’Isola Tiberina. La presentazione ufficiale è stata fatta oggi, 3 luglio, dal Vice Presidente Operativo del Nosocomio, Fra Pascal Ahodegnon, a tutti i dipendenti della struttura.
«A partire dal 2013 – ha esordito Fra Pascal - l’Ospedale ha vissuto un periodo di crisi e questa difficoltà si è riversata in un continuo cambiamento degli organi di vertice, che ha destato una perplessità diffusa nel personale dipendente e anche all’esterno dell’ambito ospedaliero».
In realtà «il susseguirsi di diverse figure è nel nostro caso il risultato di una ponderazione dei vari interessi, allo scopo di migliorare giorno per giorno la situazione dell’Ospedale e superare stabilmente gli ostacoli economici, giuridici e sanitari che hanno portato alla crisi – ha poi continuato il Vice Presidente – Adesso è arrivato il momento di parlare di sviluppo, di innovazione, di benessere organizzativo, guidati ancora più consapevolmente dal modello che ci ha sempre contraddistinto, cioè il modello dell’Ospitalità e dell’Umanizzazione secondo i principi dell’Ordine Ospedaliero. Abbiamo scelto di intraprendere questa strada verso la crescita con il dott. Stefano Michelini, la cui professionalità è stata ritenuta da noi la più adatta per portare avanti l’incarico di Direttore Generale del nostro Ospedale».
Stefano Michelini, manager di comprovata professionalità, competenza ed esperienza, maturata in diversi anni di attività in campo sanitario e ospedaliero, ha sempre lavorato in istituzioni altamente competitive, innovative e umanizzanti, come il Centro Cardiologico Monzino, l’Istituto Europeo di Oncologia e da ultimo il Policlinico A. Gemelli.
«Quando i Fatebenefratelli mi hanno “intercettato” e fatto questa proposta – ha dichiarato il nuovo Direttore Generale nel suo intervento – devo dire che la leva che mi ha spinto ad accettare questa grande responsabilità è quella di aver ritrovato quei valori che ho sempre perseguito nei posti in cui ho lavorato. Una sanità che si prende cura della persona nella sua totalità non è una cosa scontata. Vi sono molte realtà che fanno una sanità speculativa che è sicuramente più facile ma che non fa parte del nostro DNA. Quindi con grande senso di responsabilità e orgoglio accetto questa sfida».
«Sono anche contento dei primi contatti avuti – ha continuato il dott. Michelini – la sensazione è di avere a che fare con persone con un grande senso di appartenenza, che vogliono lavorare bene, consapevoli delle difficoltà ma anche dell’unicum di questo Ospedale. Ho potuto inoltre percepire dalla proprietà un grande commitment nel voler mantenere e rilanciare il Nosocomio e devo dire che ci sono le condizioni per poterlo fare».
«Sarà un lavoro fatto in continuità, come ha dichiarato Fra Pascal – ha concluso – Io sono convinto che tutti coloro che hanno lavorato sinora hanno lavorato molto bene. Dobbiamo continuare con un’ottica di rilancio, con un’ottica positiva, sarà questo il nostro impegno».
Nei prossimi giorni il Direttore Generale visiterà i vari settori dell’Ospedale e incontrerà i responsabili di area per conoscere meglio e direttamente la complessa realtà dell’Ospedale dell’Isola Tiberina.